La zona
  • La zona
  • La zona
  • La zona
  • La zona
  • La zona
  • La zona
  • La zona

La zona

Il frantoio è situato in Via Saga, n.7 nel comune di Negrar, un paese circondato dalle fertili colline della Valpolicella, famose e celebrate sia per la produzione di vini pregiati che per la coltivazione delle olive.

La Valpolicella, più che una valle, è un ventaglio di piccole valli, digradanti verso sud sulle colline alle spalle di Verona. Favorita da un ottimo clima, dalla dolcezza del paesaggio e dalla presenza di diffuse sorgenti d’acqua, la Valpolicella è sempre stata intensamente abitata, fin dai tempi più remoti, ed è stata scelta a partire dal Rinascimento come luogo di villeggiatura di molti nobili veronesi e veneziani.
In passato la Valpolicella era definita "splendida contea" non soltanto per i vini, ma per la varietà delle sue colture agricole. Oggi il paesaggio della zona è caratterizzato dalla vite, dall'olivo e dal ciliegio, ma in un passato nemmeno troppo distante, vi erano numerose colture di ortaggi, cereali, frutteti e le corti pullulavano di animali da cortile.
Il clima favorevole, estati calde e piovose, inverni mitigati dalla vicinanza del lago e dalla barriera dei monti Lessini verso il freddo del Nord, terreni fertili e facilmente lavorabili fanno di questa zona l'ambiente ideale per olii di grande qualità dal gusto delicato e raffinato. Le principali varietà di olive coltivate in Valpolicella sono: Favarol e Grignano.
Presenti, ma in minor misura, le varietà Nostran, Pendolino, Frantoio, Leccino.
Il Favarol è varietà di gran pregio: fornisce una produzione buona e costante.
Il Grignano merita grande considerazione sia per la quantità d’oliva prodotta, che per la qualità dell’olio: la bassa resa al frantoio, in confronto al Favarol e ad altre varietà, è più che compensata dalla elevata produzione di olive.
L’olio extravergine d’oliva Veneto nella sua variante “Veneto Valpolicella” è stata recentemente iscritta dalla Commissione europea nell’albo comunitario delle Dop (Denominazione d’Origine Protetta) e Igp (Indicazione geografica protetta).
L’olio, per poter fregiarsi della menzione Valpolicella, deve superare un’attenta ed accurata valutazione tramite un’analisi chimico-fisica ed una degustazione organolettica.
I parametri riguardanti l’acidità massima totale e i perossidi, fissati dal disciplinare di produzione, garantiscono che l’olio così ottenuto conserva inalterate tutte le caratteristiche di bontà e tipicità proprie di un prodotto fresco e genuino considerato dagli esperti un olio extravergine di oliva tra i migliori presenti oggi sul mercato nazionale e internazionale.